Home Imprese Sostenibili 3D Housing 05, c’è una casa stampata in 3D nel centro di...

3D Housing 05, c’è una casa stampata in 3D nel centro di Milano

pubblicato il:

Livello di cemento su livello di cemento la 3D Housing 05 cresce che è una meraviglia, grazie a una gigantesca stampante 3D che è già in azione in piazza Beccaria, nel centro di Milano.

Sta costruendo una casa di 100 metri quadri. Non per le Barbie, ma per essere abitata durante la Milano Design Week.

Una capatina dietro al Duomo permette già in questi giorni di toccare con mano il progetto di Massimiliano Locatelli, l’architetto cui si deve la creazione e che orgoglioso annuncia “sarà finalmente la prima casa costruita con una stampante 3D che si può vedere” facendo riferimento ad alcune case in 3D che però non hanno ancora tolto il velo.

Il cantiere è in azione, anche se i rumori sono minimi. Tutto ruota attorno al robot muratore messo a punto da Berry Hendriks di Cybe che da tempo ha ideato un sistema di costruzione innovativo che parte proprio dallo stampare i muri.

Impressionante. Ma sarà sicura?

Assolutamente” risponde Locatelli “anzi le case costruite in 3D saranno un’ottima risposta per garantire un rifugio a quel 1,2 miliardi di persone che, nel mondo non hanno una sistemazione adeguata. Queste case possono essere costruite rapidamente soprattutto anche nei luoghi delle emergenze“.

I calcoli ingegneristici della 3D Housing 05 si devono allo Studio Arup che la fa costruire con un particolare miscela di cemento, firmata da Italcementi, ed è composta da zona giorno, notte, una cucina, un bagno e un tetto vivibile che si trasformerà in orto.

Niente da invidiare con le case costruite con il vecchio stile. Tranne il costo: al metro quadro una casa stampata in 3D dovrebbe essere molto concorrenziale.

Locatelli se lo aspetta: “siamo ancora in una fase sperimentale” afferma “ma contiamo che in un primo momento i costi possano assestarsi a un po’ meno della metà di un costo medio tradizionale, quindi attorno ai 1.000 euro/mq, per poter arrivare in futuro fino a 200-300 euro“.

Economica e sostenibile: nel tempo la 3D Housing 05 potrà anche essere demolita, polverizzata ed eventualmente ricostruita recuperando lo stesso materiale.

Condividi: