Home Enogastronomia Consigli per una Pasqua un po’ più Green

Consigli per una Pasqua un po’ più Green

buona pasqua
Immagine da Depositphotos

Tante le alternative per rendere la Pasqua 2024 leggera, sia sull’ambiente che sugli animali. Uova non di cioccolato, menu vegetariano e, nel caso ci fossero avanzi, qualche ricetta per riutilizzarli

Pasqua, tempo di scrupoli. Il primo è sicuramente quello di evitare di mangiare carne di agnello. Basta vedere un filmato che documenta le torture per non pensarci due volte, mettendo al bando qualsiasi tradizione.

Ma c’è chi sta anche pensando che l’uovo di cioccolato pesi troppo sulla propria impronta ambientale. L’industria del cacao è infatti responsabile del 45% della deforestazione in Costa d’Avorio e Ghana (da dove proviengono 2⁄3 del cacao mondiale).

È anche responsabile di sfruttamento di minori per la sua raccolta. E ha una forte impronta idrica, tanto che si calcolo che ci vogliano circa 24.000 litri d’acqua per ogni chilogrammo prodotto.

Il fatto poi che sia una coltivazione che difficilmente si può fare in loco (per esempio qui in Italia) significa che andrebbe valutata anche la CO2 necessaria per il trasporto (su navi o arerei ora che ci sono problemi con il Canale di Suez).

foreverland food
Giuseppe D’Alessandro, Cmo and Co-Founder di Foreverland Food, durante il BiotechCamp di dicembre a Bari

Dunque c’è chi sta pensando di trovare dei surrogati degni del gusto, ma anche Green. È il caso di Foreverland, una food tech startup italianissima (si divide tra la Puglia e la Lombardia) che si è posta l’obiettivo di affrontare queste criticità ambientali ed etiche valutando l’uso della carruba.

In fondo l’Italia è piena di alberi di Ceratonia siliqua da cui vengono i baccelli che contengono i carati. Veri e propri legumi. Anche molto nutrienti. E, per questa Pasqua, Foreverland ha proposto un uovo di circa 500g con un ripieno di nocciole, senza lattosio e senza glutine.

Il tutto da carruba italiana e con sorpresa incorporata, ovvero un portachiavi, realizzato tramite stampa 3D con filamenti di Pla, materiale biodegradabile che proviene da risorse vegetali come l’amido di mais o la canna da zucchero, realizzati in collaborazione con la startup pugliese Nebra Skay Studio e l’associazione Venti di Scambio.

freecao bonbon

Ricette pasquali con il cibo di scarto

Ultima buona pratica per questa Pasqua 2024: non buttate via gli avanzi. Che siano uova o colombe si possono riusare come l’App Too Good To Go, il più grande marketplace al mondo per le eccedenze alimentari, insegna fare. Le ricette non mancano. Eccone un paio segnalate proprio dalla campagna #salvalaPasqua.

Zuccotto di Colomba con crema al cioccolato

Lavorare la ricotta insieme al cioccolato e lo zucchero a velo fino a ottenere un composto cremoso e lasciarlo riposare. Tagliare la colomba a fette, spennellare con latte e disporle lungo i lati di una ciotola ricoperta con un doppio strato di pellicola trasparente.

Aggiungere uno strato di crema e ripetere alternando le fette di colomba bagnate di latte e la crema. Coprire con pellicola trasparente e lasciare in frigorifero per almeno 2 ore.

Per la crema al cioccolato, scaldare il latte insieme allo zucchero e unire il cioccolato tagliato grossolanamente rigirando di continuo con una frusta. Unire poi la farina senza smettere di mescolare.

Mettere in un contenitore sigillato con la pellicola e, una volta intiepidita, riporre in frigorifero. Una volta lasciati riposare, sformare il tortino e ricoprirlo con la crema al cioccolato.

Tortino di colomba con crema allo yogurt e mirtilli

Tagliare a fettine spesse circa 1 cm la colomba pasquale e ricavare tanti dischetti. Preparare la bagna per la colomba mescolando il latte con un po’ di liquore all’amaretto.

Montare la panna fresca con un cucchiaio di zucchero a velo, unire lo yogurt greco, gli amaretti sbriciolati e le scagliette di cioccolato: lavorare il tutto fino ad ottenere una crema. Comporre il tortino alternando strati di colomba intinta nella bagna e crema allo yogurt.

Nutella fatta in casa

Ridurre il cioccolato in polvere grattugiandolo. Se le nocciole non sono già tostate, preriscaldare il forno a 200°C e cuocerle per 6-8 minuti o finché non iniziano a dorarsi. Strofinate con un tovagliolo di carta per togliere le pellicine.

Non c’è problema se qualche buccia ostinata non viene via. In un mixer o in un robot da cucina, frullare le noci fino a farle diventare burro, quindi aggiungere tutti gli altri ingredienti tranne il latte o l’olio e frullare a lungo fino a ottenere un composto liscio come la Nutella! Se lo si desidera, aggiungere il latte o l’olio frullando per due minuti.

Crediti immagine: Depositphotos

Condividi: